NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

L'amore profondo, sogna che in Cielo, ci sia un passaggio che provochi uno sconvolgimento dalle tenebre alla luce.

L'amore più grande, conta, che in terra una tenebra porti luce.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Il centro di una foto è addensato. Il finale è chiaro.

Lo spessore lo dà l'attimo, del secondo fotografato.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Squadrare un volto e ritrarlo, illumina gli orientamenti dei mesi, cerchiati ed allontanati nella Volta.

In alto, miriadi di luci, illuminano un volto affumicato.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

La fronte si allarga, sulle tempie. Le labbra si allargano, nella piega bianca, del tempo.

Il naso, pende fra occhi che guardano... te, che guardi... la luce che, riflette un incontro.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Il termine di un estremo fare, si forma unendo due fare, che corrono all'infinito, ma che, improvvisamente, si misurano con cuore, nello stesso fare.

Unire il fare ai cuori, fa scattare la profondità nel tempo del fare.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

La massa, circonda il monumento del capitolato e lo decora, con frasche e strisce rosse.

Il capitolato, rimembra invece, che era solo e diminuiva, senza neppure l'ombra di un decoro.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Il riflesso delle ombre, è sfumato se la chiarezza, si erige sul soffitto.

Le ombre, sono molte, se si vola con un pungiglione di amore.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

 Un salvataggio, presagisce un fare d'oro. L'oro, emette un mettere in scena, che si piega, all'incrocio del successo.

Il reale salvataggio, si ha guardando, il Cielo che proietta il sangue del Successo.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

L'andare nei millenni, fa pensare a distese viste scervellandosi, sui doni celesti, attraverso nebbia filiforme.

Un'ombra distesa, ha gambe torbide e riflette il grigio andamento nei millenni.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

 Il decoro di un’ara, si raffigura, tra il volgere manuale che crea trasparenze elevate e devote.

Elevarsi verso l’Altare, è tanto impegnativo, che occorrono mani sgraziate, che si infanghino, per dedurre il peso, del guazzabuglio che si crea, se sopravviene che, una benedizione piove sul regno di satana.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

I fiori, corrispondono tra loro, quando sono toccati da acqua.

L'acqua proviene da un pinnacolo di una montagna e, dà riflessi celesti fulgenti come fiori ricaduti.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Ciocche e fioccotti, si affacciano sullo stagno, che riflette, un rospo che squadra la bimba.

Una goccia attornia, il viso di una regina, che scopre, un ranocchio con un cerchio sulla testa.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Il nastro, attraversa i bottoni di un cardigan blue. Il volto, è attraversato, dalla fascia che, da EST va ad OVEST dello stivale.

Lo stivale con il tacco a destra, cerca l’Italia della Sinistra, per tranciarle il tacco.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

L'unione esprime, l'innalzarsi aperto ad un fare di tanti.

I tanti..., a determinare uno terreno, che barcolla sul vivagno del pulito di Uno.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

L'orma, in un tronco, irrompe l'elevarsi del cerchio che, in basso, somma lo svolgersi del tempo.

Il verde, si estende con lo sviluppo, che scandisce il passare gioioso, dei nostri struggimenti.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Il rovescio di un sostegno, è dritto.

Il dritto, proclama il diritto, a dividere, zigzagando, il rovescio da una, fratellanza.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

L'insieme dei super, va oltre il limite dei più adatti ad affollarsi, tra un iter ed un vuoto.

Lo stile di un percorso, resta in cima a chi, non è al di sopra dell'insieme, di coloro che sono affollati.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Un ventaglio si apre, riflettendo il volto che, scruta l'aere celeste.

La brezza, dilata il getto del ventaglio e, sfiora l'aprir bocca indicando, il respiro, nell'aere.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Andare in su, esige estrema fantasia.

Rimirarsi alle spalle genera, un filo di accondiscendenza.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Farsi avanti è dura, per chi è ben piantato.

Rivoltarsi, fa pensare ad appoggiarsi, su di una linea, rigida.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

I proiettili danno luogo a sangue, saltuariamente nella nebbia trasparente.

La nebbia, osservata bene, fa contemplare ombre, di un passato trascorso, andando ai bordi di una illusione.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Le nubi sorvolano la casa, dipinta verde.

Il verde, crea aperture marroni che si trasformano, in avvallamenti, sorvolando, al contrario delle nubi.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Oscillare alternando lo sguardo dal grande al minuscolo, fa sperare che la trasformazione, dal punto focale, generi una retta.

La retta, si erige a stelo di erba, nel punto più lontano scandagliato.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Nello sbirciare la gente dalla finestra, si rimane sbalorditi dal bianco dei vecchi in mezzo a tanti piedi....

I piedi, privi di scarpe, si rattrappiscono sbattendo sotto il colpo che, percuote satana sul legno della Croce.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Il rosso comunica un po' di caldo ed un po', di colore incisivo.

L'incisivo, infila nella carne il sangue, di un terreno olocausto.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Una retta, si curva piegando fortemente la linea che pre-notizia, da un insieme di zampilli.

Il piegare, scorre tra pendenze semplici agganciate, all'arroganza!


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Quattro piazze sostano, cementate da mani nerborute.

Il cemento, riflette il proposito di una vita, a discapito del duro vivere, nei quattro Continenti.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

La scia di colore scivola lungo una retta che, decolla dove finisce il centro, di una luce.

Il punto di origine di una grazia, impedisce al colore, di approdare dove, è riflesso la fragilità di una via di uscita.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

 Il giro di chiave mette in moto l'andare che si alterna, sereno e comodo, a quello lento e breve.

Un giro sereno si alterna, a quello semplice nell'armadio di chi spera in un elevarsi sino alla pace, tra piccoli tratti sofferti.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Sotto l'ombra di una chioma profumata, ci si solleva e si guarda distante.

Da lontanissimo, le chiome profumate, sembrano nubi che, riposano....


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Gli ulivi da lontano scorrono, in pendii accantonati per il verde pregiato olio.

L'olio di gomito, forma l'incontro finalizzato allo strofinio.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

La fronte si allarga, sulle tempie. Le labbra si allargano, nella piega bianca, del tempo.

Il naso, pende fra occhi che guardano... te, che guardi... la luce che, riflette un incontro.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

Il termine di un estremo fare, si forma unendo due fare, che corrono all'infinito, ma che, improvvisamente, si misurano con cuore, nello stesso fare.

Unire il fare ai cuori, fa scattare la profondità nel tempo del fare.


NELL'ARCO DI DUE TEMPI          Luisa Nuccia Papetti

La massa, circonda il monumento del capitolato e lo decora, con frasche e strisce rosse.

Il capitolato, rimembra invece, che era solo e diminuiva, senza neppure l'ombra di un decoro.